Archivi tag: Fegato Grasso

Tra supereroi, baristi e carretti. Un racconto dal Postrivoro di Luca Abbadir e Carlo Catani, con le incursioni “caffeiniche” di Nik Orosi

“Quali fumetti leggi?”“Marvel, solo Marvel. Io e mio fratello collezioniamo tutto da anni”

“Il tuo supereroe preferito qual è?”
“Wolverine”

Un rapido scambio di battute con Luca Abbadir, miglior sous chef d’Italia 2012 e braccio destro di Moreno Cedroni, per capire un paio di cosette su questo ragazzo di 27 anni dallo sguardo limpido e timido, ma diretto come pochi. Sotto la divisa da cuoco una serie di t-shirt della Marvel da Capitan America a Hulk si sono avvicendate nei due giorni di Postrivoro il 13 e 14 ottobre scorso. Io avevo la maglietta di Malefica, la strega della Bella Addormentata nel Bosco, fresca d’acquisto al Disney Store dove ha fatto la sua comparsa una magnifica serie dedicata ai Villains più famosi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Personaggi, Postrivoro

Postrivoro eclettico con Luca Abbadir e Carlo Catani

Tra pochi giorni, il 13 e il 14 ottobre, si terrà il settimo Postrivoro e già si sente aria di autunno. Non conosco lo chef, Luca Abbadir, ma da quello che ho capito leggendo e sentendo raccontare di lui deve essere una persona precisa, puntigliosa, perfezionista. Questo non vuol dire che manchi di creatività perché il suo menù è interessante, a parte dai nomi che ha dato ai piatti! Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Postrivoro

Ricordi di Mirazur (prima della seconda stella)

Non volevo scrivere nient’altro oggi, ma poi sul twitter di Luciana Bianchi ho letto che il Mirazur di Mentone ha ottenuto la seconda stella sulla Guida Michelin Francia.

Ci siamo stati al Mirazur. Nel 2007 e si trattò di un viaggio progettato ad hoc perchè mio marito, che allora non faceva parte del mondo stellato, aveva l’idea che avrebbe preso la prima stella. Un sentore.

Praticamente la Guida Rossa è uscita mentre ci trovavamo in giro per la Costa Azzurra. Ricordo che l’abbiamo letta in una libreria di Montecarlo fresca di stampa. Il giorno dopo eravamo seduti al Mirazur di Mauro Colagreco con una meravigliosa vista sul mare. Il ristorante si trova proprio al confine tra Italia e Francia dov’era prima la dogana dalla parte dei monti, non quella sulla costa. Guarda direttamente il mare ed ha meravigliose vetrate che lo inondano di luce e da cui si può guardare il Mediterraneo. All’esterno vi è un giardino terrazzato con erbe aromatiche e, leggo oggi dal sito, oltre quaranta varietà di pomodori (tra cui una che odora di tartufo). Io i pomodori non me li ricordo, ma la brezza marina e il piacevole sole di fine marzo, sì. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in In giro per ristoranti, Vita con lo chef