[Fate attenzione a dove buttate i tappi] Il meraviglioso mondo di El Anatsui

L'installazione realizzata dall'artista ghanese per la High Line di Chelsea

L’installazione realizzata dall’artista ghanese per la High Line di Chelsea

 

[Se ti piace questo post, votami su Grazia.it ]

Che si torni da un viaggio sempre arricchiti è una grande verità. Devo ringraziare New York per molte cose, ma soprattutto per avermi fatto scoprire El Anatsui, splendido artista ghanese classe ’44.

Giravamo sulla High Line a Chelsea, splendido esempio di riconversione di infrastrutture in luoghi di socialità e arte, e dietro una curva si è aperta una parete di metalli lucidi e opachi. Il cielo nuvolo vi si rispecchiava e io non riuscivo a capire se fosse un edificio in decomposizione oppure un nuovo elemento architettonico che stesse uscendo dal proprio bozzolo.

Leggo sulla targhetta negli arbusti che l’opera è di El Anatsui.  Tra l’altro si tratta della più grande installazione all’aperto realizzata dall’artista ed è stata inaugurata lo scorso novembre. Quello stesso giorno scopro grazie al mio fidato accompagnatore che l’artista espone anche in una galleria di Chelsea. La sua mostra rimarrà allestita fino al 19 gennaio, quindi avete solo pochi giorni per poter ammirare le sue creazioni realizzate con la spazzatura che trova nei dintorni della sua città in Nigeria.

La sera stessa lo reincontriamo al MET nell’area dedicata all’arte contemporanea con un tappeto di tappi di birra, corone di plastica delle bottigliette d’acqua e altri piccoli oggetti che normalmente vanno buttati.

El Anatsui ha un laboratorio che è una specie di centro del riciclo con dozzine di assistenti che raccolgono, smistano, conservano quello che viene buttato e poi gli viene data una nuova forma. Regale ed elegante prima di accorgersi che si tratta di spazzatura. Ma sono convinta che molto presto la spazzatura sarà tutto quello su cui baseremo il nostro sviluppo futuro, dall’energia al riutilizzo creativo. Ci pensavo già quando guardavo esterefatta il sistema di riciclo delle tute di “Dune”.

Lascia un commento

Archiviato in Off topic

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...