La felicità sa di rabarbaro

Ilaria sistema gli ultimi dettagli

Ci sono storie che vanno raccontate dalla fine. Ci troviamo nella cucina di Postrivoro e sono circa le quattro di pomeriggio di domenica. Una quindicina di persone si accalcano intorno al passe e si sentono solo commenti di approvazione e deliquio. Andrew e August, un inglese trapiantato a Malmo e uno svedese trapiantato a Parigi, guardano con i loro occhi chiari e gentili la festa di cucchiai, cucchiaini e qualche dito che si sta tenendo all’interno della teglia.
Per festeggiare la fine del pranzo hanno preparato una torta improvvisata con rabarbaro, frutta secca, crema al sambuco e fiori eduli. “La torta delle fate” l’ho ribattezzata perchè aveva i colori della primavera, del sole e dell’oro e il sapore della felicità.

Era per lo staff, ma abbiamo dato un cucchiaio e un cucchiaino (e invitato a usare le dita in caso di necessità) a chiunque varcasse la soglia della cucina per festeggiare con noi.

Si potrebbero dire molte cose sulla fatica e la gioia di due giorni passati con la cucina del nord dell’Europa alla ricerca delle introvabili rape gialle o della corretta traduzione dei nomi di erbe spontanee ed aromatiche (“Ah, ecco! E’ il nasturzio!”). Che dire della gentilezza dei due ospiti in cucina o dell’estro e della voglia di osare di Filippo Marchi, l’esperto innamorato dei vini e della sua cantina? Un mix perfetto di cuore, sole e amore come diceva una canzone di qualche anno fa. “Shiny Postrivoro” l’ha chiamato mio marito che per l’occasione si è dimenticato dell’allergia alle graminacee sotto l’allestimento floreale curato da Ilaria ispirato alla storia che August

Fairy Cake!

Lill ci aveva detto che voleva raccontare.

E’ una favola e si chiama “Prince Hat under the ground” ed assomiglia ad Amore e Psiche. Parla di una bella principessa che va in sposa a un misterioso principe che può incontrare solo di notte. Istigata dalla matrigna vuole osservargli il volto alla luce di una candela e scopre di aver sposato un Troll. Una goccia di cera brucia il volto dello sposo e la favola è finita. Dopo mille prove, riusciranno a riacquistare la felicità.

La principessa era l’asparago verde e il principe ctonio quello bianco. Si trovano, si perdono, si rincorrono nei piatti e si ricongiungono in cielo in un tripudio di pinoli e sambuco. In mezzo i vini di Filippo Marchi, alcuni che sanno di ostriche e iodio, altri vecchi di trent’anni con storie incredibili che lui sa raccontare come si parlerebbe di un figlio o un amico.

Noi gli abbiamo costruito intorno un bosco incantato di tamerici, lavanda e sambuco con l’odore penetrante di polline e primavera.

Menù

Asparagi grigliati, terra di kavring (pane di segale profumato al cumino) gelato di rabarbaro ed emulsione di burro nocciola

Asparagi bianchi fermentati, crema di patate al tartufo, cipolle fritte e fiocchi di patate affumicate

Tartara di rape gialle, carciofo, cipolla selvatica e purè di ortica

Barbabietola cotta al sale, crema di topinambur arrosto, cipolline marinate, brodo di ortica

Radice di prezzemolo saltata, gnocchi di prezzemolo, burro ai broccoli, foglie di broccoli e perle di latte

Flan di latte di capra e asparagi, mimolette, insalata di asparagi verdi fiori di crescione, rabarbaro dolce/salato

Sorbetto di limone, schiuma di lemoncurd e torta toffee

Tortino di mandorle e pinoli, polvere ghiacciata di bacche di sambuco

I vini

Clos Rougeard 2007

Larmandier bdb Magnum

Cotat Chavignol Rosè 2010

Clos Naudin Vouvray Demi Sec 2009

Gauby Coume Ginestre 2008

Lopez De Hereida Blanco 1981

Più foto e dettagli sui profili Facebook e Twitter di Postrivoro

Lo staff del terzo Postrivoro

Lo staff del terzo Postrivoro

1 Commento

Archiviato in Postrivoro

Una risposta a “La felicità sa di rabarbaro

  1. Pingback: Le rezdore a cinque cerchi | Tagliatelle al ragù

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...